CANI CON GIARDINO HANNO BISOGNO DI USCIRE IN PASSEGGIATA?

Bella è un husky di 5 anni e vive in una casa singola con un grande giardino di 1000 mq., e fino a pochi mesi fa aveva la compagnia di un altro cane morto di vecchiaia. Da allora ha cominciato ad essere triste, quasi apatica, e la proprietaria ha notato un morboso attaccamento: Bella la seguiva ovunque e manifestava segnali di disagio quando era lasciata sola. La vita di questo cane era principalmente in casa e in giardino, le uscite erano per gite in montagna più frequenti nella stagione calda. Come prima cosa e la più urgente, era necessario fare delle passeggiate regolari con Bella ma la proprietaria non ne vedeva l’utilità, avendo a disposizione un grande giardino.

La passeggiata per i cani è una “finestra sul mondo” ed è vitale per la salute mentale del cane garantire uscite costanti. Durante la passeggiata, con pettorina e guinzaglio lungo, è necessario permettere al cane di annusare per terra e di guardarsi in giro.

Vedo cani che camminano al lato del ginocchio del padrone per tutto il tempo, facendo un esercizio di ubbidienza e basta. Gli animali hanno l’esigenza di camminare anche su superfici naturali (terra o erba) e vivere la natura nelle sue stagioni; quando nevica i cani si divertono un sacco, avete notato? Nella stagione estiva vale la pena fare due passeggiate lunghe la mattina e la sera, mentre per le uscite per i bisogni possiamo farne alcune di pochi minuti durante il resto della giornata. Dipende dall’età del cane e dalle sue condizioni fisiche.

Bella, e la sua proprietaria, hanno cominciato le passeggiate con qualche comprensibile difficoltà. Principalmente gli ostacoli erano il tirare al guinzaglio e l’incontro poco amichevole con i suoi simili. C’è voluta tutta la buona volontà della sua proprietaria, e un po’ del mio aiuto, al fine di creare una comunicazione tra uomo e cane ed un modo, un loro modo, per poter avere il meglio da queste uscite. Adesso Bella esce tutti i giorni almeno 2 volte con pettorina e guinzaglio morbido ed incontra gli altri cani facendo segnali di amicizia ed a volte di gioco. Torna a casa soddisfatta ed accetta di essere lasciata sola per alcune ore, approfittando per riposare tranquilla. La sua proprietaria è molto orgogliosa dei progressi fatti e, pur avendo avuto altri cani nella sua vita, mi ha confidato che Bella le ha insegnato più di tutti.

Articolo redatto da Sonia Sembenotti e pubblicato dal Corriere del Trentino/Alto Adige